fbpx

La patata e i suoi super poteri!

Gen16

La patata e i suoi super poteri!

Come un vero jolly, questo tubero costituisce una vera risorsa per la dieta dello sportivo.

1.Una ricarica di energia

Pur contenendo molta acqua, le patate sono ricche di carboidrati, vitamine e sali minerali. Ciò che differenzia questi tuberi dagli altri ortaggi è il contenuto di amido, importante fonte di energia per l’organismo, ed è per questo motivo che questi tuberi si prestano bene a sostituire nell’alimentazione il pane, la pasta e gli altri cereali. Il contenuto proteico è invece scarso e i grassi praticamente assenti, caratteristica che rende le patate un ingrediente adatto a creare piatti unici completi e bilanciati: è sufficiente abbinarle ad alimenti di tipo proteico e condirle con pochi grassi, preferibilmente vegetali, per ottenere un pasto completo di tutti i macro nutrienti.

2.Preziose contro l’affaticamento muscolare

Oltre che ricche di amido, le patate sono anche un’ottima fonte di potassio, minerale che combatte la stanchezza e aiuta ad evitare i crampi muscolari, specie quando si fa attività sportiva. Altri utili elementi presenti in buona quantità sono il calcio, il fosforo, il magnesio e lo zolfo, e anche il contenuto di vitamine B1 e C è significativo, anche se la quantità effettivamente presente di quest’ultima è influenzata dal tipo di cottura, oltre che dal tempo e dal modo di conservazione del prodotto (dopo un mese dalla raccolta, le patate perdono oltre il 30% della vitamina C che contengono). Se poi si scelgono le patate novelle il profilo nutritivo migliora ulteriormente: rispetto a quelle normali danno meno calorie, ma contengono più magnesio e forniscono praticamente il doppio di vitamina C. Le patate assorbono dal terreno anche il selenio, efficace contro i radicali liberi e importante per il buon funzionamento del sistema immunitario.

3. La patata americana: perfetta per gli sportivi

Meno conosciuta della patata classica ma nutrizionalmente molto valida, troviamo poi la batata, anche detta patata dolce o americana. Si tratta di una radice tuberosa con delle caratteristiche di particolare rilievo per gli sportivi: non solo è un’ottima fonte di carboidrati, ma ha anche un indice glicemico più basso, garantendo un apporto di energia prolungato senza il rischio di incorrere in picchi glicemici. Un altro punto a suo favore è la ricchezza di vitamine e minerali: oltre a quelli già citati per la patata bianca, quella americana è ricchissima di betacarotene, precursore della vitamina A, di vitamina B6, importante per il metabolismo energetico, e ha anche un buon contenuto di fibre.

4.I rischi del verde

E’ necessario però conservare bene le patate, tenendole in un luogo buio, fresco e abbastanza ventilato. L’assenza di luce è necessaria per evitare la germogliazione che, oltre a impoverire le patate, si associa allo sviluppo di una sostanza, la solanina, potenzialmente nociva se consumata in quantità abbondante. La solanina si concentra in corrispondenza delle parti più verdi della patata; prima dell’uso conviene quindi controllare che non ci siano germogli o chiazze verdi e, nel caso, eliminarli penetrando in profondità sotto la buccia.

16/01/2020

Torna Su
Torna su